Territorio

Ragusa

Ragusa Ibla

Ragusa é il capoluogo dell’omonima provincia ed é ubicata nella zona più a sud dei Monti Iblei. Vanta il contesto socio-economico più agiato dell’intera provincia ed un patrimonio culturale, derivante dall’omogenea ricostruzione in stile barocco dopo il terremoto del 1693, di pregevole fattura. L’Unesco l’ha riconosciuta quale Patrimonio dell’Umanità per le numerose opere architettoniche in stile barocco.

La città si suddivide in due parti principali: la superiore di costruzione moderna e quella inferiore, chiamata Ragusa Ibla, rinata sulle rovine dell’antica cittadina distrutta, appunto, dal terremoto alla fine del ‘600.

Ragusa Ibla, odierna meta di numerosi turisti nostrani e non, é caratterizzata dalla presenza di più di numerose chiese e una notevole quantità di palazzi nobiliari. Tra le tante splendide opere architettoniche, spicca sicuramente il Duomo di San Giorgio, considerato una delle massime espressioni dello stile barocco ragusano.

Notevole é l’odierno flusso turistico, sopratutto su Ragusa Ibla, derivante dall’esposizione mediatica in quanto set della fiction, tratta dai romanzi di Andrea Camilleri, ‘Il commissario Montalbano’.

Modica

Modica Bassa

Modica, a soli 16km da Ragusa, é l’antica capitale dell’omonima Contea il cui immenso territorio arrivava, in epoca medievale, sino a pochi chilometri da Palermo.

Ricostruita anch’essa dopo il devastante terremoto del 1693, Modica era attraversata da canali e ponti che l’hanno resa, per oltre due secoli dal 1700 ai primi del 1900, una delle più affascinanti città d’Italia. La città sorge, infatti, sulla confluenza di due fiume che dividono il circostante altopiano in quattro colline: Pizzo (nord), Idria (ovest), Giganta (est) e Monserrato (sud). I due fiumi, Janni Mauro e Pozzo dei Pruni, ormai prosciugati e coperti per tutto il tratto urbano, si univano per formare il Modicano che, dopo la copertura nei primi del Novecento, é divenuto l’odierno Corso Umberto I, asse principale della città.

Modica era tra il 1400 e il 1900 la quarta città siciliana per numero di abitanti, oggi ne conta poco meno di 55’000. Attualmente é divisa in tre parti (Modica Bassa, Modica Alta e Modica Sorda) e presenta un centro storico di rara bellezza che si contraddistingue per le unità abitative addossate le une sulle altre, spesso addirittura quali estensioni di antiche grotte di origine preistorica.

Come Ragusa, e tutte le città del Val di Noto ricostruite dopo il terribile terremoto del 1693, Modica é caratterizzata da uno stile architettonico omoegeneo ti stampo tardo-barocco ed é stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Oltre ad essere stata, come Ragusa, il set della fiction ‘Il commissario Montalbano’, Modica é famosa per la sue eccellenze in ambito gastronomico e le squisita cioccolata speziata (cosiddetto Cioccolato Modicano), prodotta secondo un’antica ricetta Azteca.

 

Scicli

Scicli

Scicli dista 24km da Ragusa e meno di 11km da Modica. La cittadina si estende su una pianura all’interno di tre cave: San Bartolomeo, Modica e Sana Maria la Nova). La origini della città sono molto antiche, probabilmente risalenti a più di 3000 anni fa ed é caratterizzata dalla presenza di cave e grotte, che hanno favorito in passato la nascita di numerosi insediamenti rupestri e la rendono tutt’oggi nelle forme simile ad un eccelso presepe vivente.

Scicli conta oggi poco più di 27000 abitanti ed anch’essa, in seguito al terremoto del 1693, fu quasi interamente ricostruita in architettura barocca. Nel 2002 il suo centro storico é stato insignito del titolo di Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO.

Pozzallo

Pozzallo Torre Cabrera

Pozzallo é un comune marittimo di quasi 20’000 abitanti ubicato a pochi passi dal mare. Esso dista 32km da Ragusa e meno di 20km da Modica.

Il primo agglomerato abitato é sorto dalla fine del 1400 in poi attorno alla torre fatta costruire dal Conte Cabrera di Modica per difendere quest’ultima dagli attacchi dal mare. Nella torre prestavano servizio soldati e artiglieri e sulle terrazze vi erano piazzati cannoni di diverso calibro. Pozzallo divenne comune autonomo nel 1829.

La cittadina offre spiagge molto frequentate (le principali sono Raganzino e Pietrenere) e litorali ricchi di lidi balneari e locali notturni. E’ stata annoverata tra le spiagge più belle d’Italia e vanta ormai da parecchi anni il riconoscimento internazionale della Bandiera Blu, assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.

Secondo una ricerca effettuata dall’ENEA nel 2001, Pozzallo é il secondo comune d’Italia su cui batte il sole batte con maggiore intensità.

Le ultime news dal mondo immobiliare

Immobili Classe Energetica

L’83% delle Abitazioni in Italia non ha Classe Energetica Efficiente

Il fatto che una classe energetica migliore (cioè più alta) possa portare ad un notevole risparmio sulle bollette energetiche, é ormai chiaro a gran parte degli italiani. A tale consapevolezza non corrisponde però, neanche lontanamente, lo stato dell’offerta reale. Secondo un calcolo condotto di Nomisma ben l’83.6% degli immobili italiani ha una classe energetica bassa, […]

Riforma-Catasto-2015

Nuove Catasto: Forse è la volta Buona

Se ne è parlato tanto, senza mai però arrivare ad una decisione definitiva. Stiamo parlando della tanto attesa riforma del Catasto rispetto alla quale il presente governo sembra finalmente essere in grado di compiere i primi passi importanti. Secondo quanto scritto dall’agenzia ANSA negli ultimi giorni, ci si dovrebbe riferire come campione d’analisi ai rogiti […]

Infiiltrazioni Mafiose negli Appalti: Arriva la Banca Dati Nazionale

C’è voluto del tempo ma alla fine ci siamo arrivati. Tutti gli sforzi volti a combattere le infiltrazioni malavitose negli appalti edili hanno prodotto un importante salto di qualità concretizzandosi nella banca dati nazionale, disponibile dal 22 Gennaio scorso. Una fondamentale risorsa a cui potranno attingere sia le forze dell’ordine, sia le imprese stesse. L’archivio […]